IL PRIMO FILM GIRATO CON I CELLULARI

Dal Sudafrica
Il primo film girato coi cellulari
SMS Sugar Man è stato ripreso con otto telefonini, in undici giorni. Sarà proiettato sia al cinema che sugli apparecchi mobili
 

JOHANNESBURG - Arriva dal Sudafrica il primo film interamente girato coi cellulari. Otto per la precisione (ovviamente con videocamera incorporata),
più un budget di 160 mila dollari (che possono sembrare tanti ma che sono un'inezia rispetto alla media delle produzioni cinematografiche), più una trama da film thriller con l'inusuale ambientazione di Johannesburg. Che siano questi gli ingredienti del cinema del futuro? Il regista, il sudafricano Aryan Kaganof, sembra esserne convinto, e attribuisce all'operazione anche un intento sociale. «Ho pensato che il cinema in Sudafrica non fosse il medium adeguato per rappresentare chi siamo ha commentato su Reuters ed è visto soprattutto come un fenomeno da "bianchi". Invece mi ha colpito quanto i sudafricani amino il cellulare». SMS Sugar Man questo il titolo del film, le cui riprese sono durate solo undici giorni sarà proiettato sia nei cinema tradizionali sia soprattutto sui telefonini, suddiviso in trenta episodi da tre minuti (la prima è attesa a maggio). L'utilizzo dei cellulari ha permesso di tagliare drasticamente le spese di produzione: sono un sesto rispetto ad altre produzioni locali a basso costo, per non parlare delle cifre astronomiche di Hollywood. E anche la visione su cellulare sarà più abbordabile per gli utenti poveri rispetto al biglietto del cinema. C'è solo un piccolo problema: la maggior parte di questi potenziali spettatori ha sì un cellulare, ma senza videocamera incorporata. Il nuovo cinema africano deve forse perfezionare i suoi risvolti sociali.

Carola Frediani 03 febbraio 2006 dal Corriere della sera.it - Scienze e tecnologie

 

 

Statistiche web e counter web